Manda un Clown a quel paese 2024 – Missione del sorriso in Ecuador

Manda un Clown a quel paese 2024 – Missione del sorriso in Ecuador

Missione del Sorriso 2024

in Ecuador

I CEDROS sono i clown dottori che partiranno per la Missione del Sorriso 2023 in Libano

SOSTIENI IL PROGETTO

Manda un Clown a quel Paese. Mandalo in Ecuador.

Raccolti

1060 €

di 5.000€ Obiettivo

L’amore sbocciato tra sorrisi e nasi rossi: Lele e Federica portano il clown in Ecuador!

Lele e Federica, in arte Ukulele e Picciona, due cuori che pulsano all’unisono al ritmo di risate e nasi rossi. La loro storia d’amore è nata tra le corsie di ospedali e le baracche di campi profughi, dove, come Clown Volontari dell’associazione Veronica Sacchi, hanno portato gioia e speranza a chi ne aveva più bisogno.

La scorsa estate, la loro missione clown li ha portati in Libano, dove, tra le difficoltà e la sofferenza, il loro amore è sbocciato come un fiore nel deserto. Un amore che ha trovato la sua forza nel comune desiderio di donare sorrisi e portare un po’ di luce nel buio della vita di chi aveva perso tutto.

Quest’estate, Lele e Federica hanno deciso di trasformare il loro amore in un’avventura straordinaria. Partiranno il 3 agosto per l’Ecuador, dove, tra le Ande mozzafiato ad Atandahua, trascorreranno due settimane con i volontari dell’associazione Operazione Mato Grosso.

Il loro obiettivo? Trasmettere la magia del clown a un gruppo di ragazzi di strada locali, insegnando loro l’arte di far ridere e di portare gioia agli altri. Insieme ai loro nuovi amici clown, Lele e Federica porteranno spettacoli nelle comunità locali e in altre situazioni di disagio in loco, regalando momenti di felicità e spensieratezza a chi ne ha più bisogno. Creando una nuova compagnia di clown locali i “LAS LLAMAS” dal nome dell’animale simbolo del paese e con quel pizzico di amore che pervade tutta questa avventura.

“Insegneremo ai ragazzi di strada tecniche
base di clownerie (giocoleria, magia,
musica) per scoprire che con poco si può
fare molto.
Il nostro desiderio è di trasmettere loro
un “sapere” che possa accompagnarli per
sempre.”

Ecco quanto manca alla partenza:

Giorno(s)

:

Ore(s)

:

Minuto(i)

:

Second(s)

Sostieni la Missione

Insieme, possiamo fare la differenza e regalare un sorriso a chi ne ha più bisogno. Perché un naso rosso può cambiare il mondo, e l’amore può fiorire anche tra le difficoltà. Dona ora e aiuta Lele e Federica a portare il clown e l’amore in Ecuador! Con una donazione. Qui trovi alcune idee, ma qualsiasi cifra è preziosa.

10€ Acquista una t-shirt clown ai ragazzi clown ecuadoregni

30€ Componi un kit clown per i nuovi nasi rossi (Naso, magie, giocoleria)

50€ paga l'assicurazione per i volontari col naso rosso

100€ paga i trasporti per far partire il tour del sorriso sulle Ande dei nuovi "LAS LLAMAS Clown" naso rosso

Cosa faranno:

Un corso di formazione che non solo offrirà loro un momento di svago e divertimento, ma avrà anche un impatto profondo sulla loro vita, insegnando loro:

  • L’autostima e la fiducia in sé stessi: Attraverso il teatro e la clownerie, i ragazzi impareranno a conoscersi meglio, a valorizzare le proprie capacità e a esprimere liberamente la propria personalità.
  • La comunicazione e la collaborazione: Lavorando insieme in gruppo, i ragazzi impareranno a comunicare in modo efficace, ad ascoltarsi reciprocamente e a collaborare per raggiungere un obiettivo comune.
  • La gestione delle emozioni: Il teatro e la clownerie offrono ai ragazzi un modo sicuro e divertente per esplorare ed esprimere le proprie emozioni, imparando a gestirle in modo costruttivo.
  • La creatività e l’immaginazione: Attraverso giochi di ruolo, improvvisazione e attività creative, i ragazzi saranno stimolati a sviluppare la loro fantasia e a trovare nuove soluzioni ai problemi.
  • Il senso di responsabilità e di appartenenza: La partecipazione a un progetto teatrale o di clown terapia può dare ai ragazzi un senso di appartenenza a una comunità e aiutarli a sviluppare un senso di responsabilità verso gli altri.

In un contesto di difficoltà come quello in cui vivono questi ragazzi, la formazione teatrale e clown può rappresentare un’occasione unica per crescere, imparare e costruire un futuro migliore.

Dona ora e aiutaci a portare la magia del teatro e della clownerie a questi ragazzi!

BAMBINI DI STRADA IN FORMAZIONE CLOWN

10

VOLONTARI COL NASO ROSSO IN MISSIONE

2

POSSIBILI BAMBINI DA FAR SORRIDERE

> 500

Uno dei campi profughi in Libano

In collaborazione con:

Ecco dove saranno:

i “LAS LLAMAS “: I VOLONTARI COL NASO ROSSO CHE PARTIRANNO

DONA ORA.

Con Bonifico BANCARIO

 

intestato a Associazione Veronica Sacchi ODV

IBAN IT72L0103001654000061123786

causale: donazione Missione del Sorriso 2024 in Ecuador + la tua mail per ricevere la ricevuta di donazione

Con bollettino postale

intestato a Associazione Veronica Sacchi ODV

c.c. n. 31354228

causale: donazione Missione del Sorriso 2024 in Ecuador

Bancomat

Passando a trovarci in sede: Via Guanella 11 a Milano (M1 Precotto)

Con CARTA DI CREDITO/PAYPAL

Clicca sul pulsante donazione nel box qui sotto

CON SATISPAY

 

Clicca qui se stai leggendo da smartphone o inquadra il QR code sottostante.

Dona con satispay

I benefici fiscali delle donazioni

Per i privati

Le persone fisiche che fanno una donazione a favore dell’Associazione Veronica Sacchi ODV possono usufruire di benefici fiscali in sede di dichiarazione dei redditi scegliendo una delle seguenti modalità:

a) Detrazione di un importo pari al 35%, nel limite di € 30.000 in ciascun periodo d’imposta

oppure

b) Deducibilità dell’importo donato nel limite del 10% del reddito complessivo dichiarato con possibilità di computare l’eventuale eccedenza dal reddito complessivo dei periodi di imposta successivi, ma non oltre il quarto, fino a concorrenza del suo ammontare.

(art. 83, c. 2 D. Lgs. 117/2017).

Per le aziende

Le imprese che fanno una donazione,a favore dell’Associazione Veronica Sacchi ODV possono dedurre l’importo donato nel limite del 10% del reddito complessivo dichiarato con possibilità di computare l’eventuale eccedenza dal reddito complessivo dei periodi di imposta successivi, ma non oltre il quarto, fino a concorrenza del suo ammontare.

(art. 83, c. 2 D. Lgs. 117/2017)

Iscriviti alla newsletter

Ficcaci il Naso!

Iscriviti alla newsletter dei Volontari col Naso Rosso e resta aggiornato sulle notizie del sorriso.

Grazie per averci #mandatoaquelpaese

Grazie per averci #mandatoaquelpaese

L’ 11 agosto 12 Branzinos clown partono alla volta del Brasile, 6 a Marituba e 6 a Macapa/Santana, per visitare i progetti della Fondazione Candia. Lì incontreranno centinaia di bambini nelle scuole, visiteranno come Volontari col naso rosso gli ospedali, i centri per la lebbra, centri disabili e case di riposo. Inoltre condivideranno le loro competenze con alcuni volontari e lavoratori del posto. Il tutto con la loro consueta voglia di regalare sorrisi e donare momenti di sospensione e gioia a chi sta peggio. Un popolo povero e gioioso li accoglierà come fossero in famiglia. Il viaggio iniziato molto tempo prima continua con la preparazione continua ancora ora con la condivisione e la preparazione di futuri ritorni in loco. Senza di voi sostenitori non saremmo mai riusciti a #Mandarliaquelpaese, continuate a sostenerci. 

MANDA UN CLOWN A QUEL PAESE

Ecco cosa ci racconta Lele di quest’ esperienza:

“Ci sono momenti della vita che sembrano diluiti, di cui è difficile percepire l’essenza. Attimi poi che hanno l’intensità non di una ma di cento vite. L’avventura dei Branzini di Santana è stato questo. Dall’inizio alla fine una tempesta di emozioni. La gratitudine nei nostri confronti è stata indescrivibile. Ovunque siamo andati siamo stati accolti come avessimo l’arcobaleno tra le mani. I bambini con la loro semplicità, col loro desiderio di vivere qualcosa di straordinario, occhi curiosi e trasparenti di chi vuole chiudere in un cassetto la sofferenza per esser semplicemente bimbo e farsi stupire. Gli adulti: ovunque persone desiderose di condividere la propria esperienza, la propria missione di vita; orecchie tese ad ascoltare le nostre esperienze, sguardi attenti ai piccoli particolari. Quello che abbiamo respirato è stato il desiderio di sentirsi parte di un grande progetto, ognuno a suo modo, con le sue convinzioni, coi suoi metodi…ma tutti con nel cuore il desiderio di aiutare, d’incontrare “l’altro”. La struttura dove abbiamo alloggiato è diventata subito la nostra casa. Le suore, Nadijah, gli autisti ci hanno trattato veramente con attenzione e amore. Siamo entrati a far parte di una grande famiglia fatta di bimbi che hanno subito violenze, ragazzi con un’energia straordinaria racchiusa in un corpo che come un’ancora cerca di tenerli a terra eppure in tanti occhi abbiamo visto una gioia, un desiderio di vita, l’esser felici di quello che c’è che qui è raro trovare. Il gruppo ha fatto tanto: 6 persone molto differenti tra loro che hanno costruito un equilibrio perfetto. Un desiderio forte di condividere, di esplorare, di valorizzare gli altri. Così ognuno ha potuto scoprire la bellezza racchiusa nei suoi compagni di viaggio. Scrigni che si sono aperti per arricchirsi a vicenda. Dal primo spettacolo all’ultimo si è sviluppata una complicità bellissima. Le gag erano sempre le stesse eppure ogni volta ognuno metteva un pizzico di se in più. Ogni giorno è incredibilmente riuscito a regalarci qualcosa di inaspettato. L’incontro di persone che hanno fatto della loro vita una missione, un eterno regalo agli altri ha fatto riflettere tutti noi su quello che in piccolo o in grande si può fare della propria vita. Questo viaggio ha cambiato tutti noi e sicuramente è un diamante allo stato grezzo che ognuno si terrà stretto. Qualcosa che porterà ognuno di noi a fare scelte importanti per la propria vita. Lati negativi della missione non riesco proprio a vederne.”

Privacy Policy